Bollettino Cloud-Datacenter Luglio 2017

Disponibile il report Gartner “Magic Quadrant” per il mercato Cloud IaaS
Gartner, azienda leader nei servizi di consulenza, ricerca e analisi in ambito IT, ha pubblicato l’annuale report “Magic Quadrant” per il mercato Cloud IaaS, disponibile a questo indirizzo.

Tra i risultati più interessanti, la comparsa di due player come Alibaba Cloud (“il potenziale del fornitore è di diventare un'alternativa ai provider di cloud di iperscala globale in determinate regioni nel tempo”) e Oracle Cloud e la scomparsa di VMware vCloud Air. AWS mantiene il primato nel primo quadrante, seguito da Microsoft Azure: i due player sono i soli ad occupare il quadrante dei “Leader Visionari”, e si spartiscono la gran parte del mercato.
In generale il mercato Cloud IaaS viene descritto come frammentato, in fase di riavvio (diversi player stanno riformulando le loro offerte e le loro infrastrutture) e, in virtù di un divario che non cessa a crescere tra competitor, diversi provider si stanno specializzando con soluzioni specifiche.


Il mercato Cloud varrà $200 miliardi entro il 2020
Uno studio presentato da Synergy Research Group prevede una crescita delle rendite di servizi SaaS e Cloud con un tasso annuo medio del 23-29% per i prossimi 5 anni tagliando il traguardo dei $200 miliardi nel 2020. A ciò si accompagna una crescita annua dell’11% nella vendita di infrastrutture a Cloud Provider su iperscala. 
Il settore Public Cloud vedrà la crescita maggiore, 29% annuo, seguito da servizi di Private Cloud con il 26% e SaaS con il 23%. L’area APAC (Asia Pacifica) sarà la regione con la crescita maggiore, seguita da EMEA (Europa, Medio Oriente ed Africa) seguita da Nord America; le aree di maggior sviluppo saranno quelle riguardanti database e servizi IaaS/PaaS orientati all’Internet of Things.


CommScope acquisice Cable Exchange
CommScope annuncia di aver intenzione di acquisire Cable Exchange, società privata operativa nel settore lavorazione rame e fibra ottica per comunicazioni audio, video e dati.

La californiana Cable Exchange produce cavi, trunk, jumper e altri prodotti in rame e fibra ottica, usati in datacenter ad alta capacità e altre applicazioni business enterprise.
Questa acquisizione rinforza le capacità di CommScope di supporto ad un mercato in crescita per datacenter multi-tenant ad alta capacità e datacenter su iper-scala adottati dalle maggiori aziende retail. Dal momento che sempre più informazioni generate dagli utenti e commerciali scorrono tra le reti, gli operatori stanno dispiegando velocemente datacenter più grandi e più sofisticati per supportare la crescita di traffico e transazioni.

Leggi tutto...

Bollettino Cloud - Datacenter maggio 2017

Disponibile il report Gartner “Magic Quadrant” per il commercio online
Gartner, azienda leader nei servizi di consulenza, ricerca e analisi in ambito IT, ha pubblicato l’annuale report “Magic Quadrant” per il commercio online (Digital Commerce), disponibile a questo indirizzo

Tra i risultati più interessanti del report si evidenzia una crescita annua prevista del 15% dal 2015 al 2020 del mercato delle piattaforme di commercio online, comprensiva di licenze, supporto e servizi SaaS; la spesa totale sarà di 9,4 miliardi di dollari entro il 2020, di cui il 53% proviene da soluzioni on-premises.

Leggi tutto...

Bollettino Cloud - Datacenter aprile 2017

Extreme Networks acquista il datacenter di Brocade

Extreme Networks, società attiva nel settore delle soluzioni network con base a San José, California, ha intenzione di acquistare il datacenter di Brocade per $55 milioni (e bonus aggiuntivi per i successivi 5 anni), come si legge nel comunicato stampa.
L’acquisizione avverrà non appena verrà completato il processo di acquisizione di Brocade, società di San José che vende router, switch e soluzioni software per data center (e proprietaria di Vyatta, il sistema operativo per dispositivi network su cui si basa quello di Ubiquiti), da parte della singaporese Broadcom (acquisizione da $5,9 miliardi).

Leggi tutto...

CentreStack: la piattaforma di Gladinet per l'object storage

CentreStack è un server gestito per la creazione di una piattaforma object storage che può essere implementato sia entro le mura sia in modalità Managed Service Provider per essere offerto come servizio a terzi.

Il prodotto dell’americana Gladinet si offre come sistema a metà tra i classici file server aziendali e le piattaforme di cloud storage off premises normalmente utilizzate in modalità SaaS/PaaS (come Dropbox, Onedrive ecc.) . Prendendo i vantaggi di entrambi i mondi, CentreStack può sfruttare l’infrastruttura IT interna all’azienda (server, storage etc) per offrire un servizio di condivisione file utilizzabile anche in modalità Cloud per utilizzi BYOD. La gestione è infatti completamente Web based, con una dashboard da cui è possibile controllare e intervenire su tutti gli aspetti della piattaforma, che può essere anche multi-tenant e multi nodo.

CS web login evo

Struttura e requisiti

CentreStack è composto da tre entità principali, o nodi: il Web Front Node, il Worker Node e il Database Node. I nodi possono essere implementati come host fisici o macchine virtuali separate e autonome, oppure – per scenari di piccole dimensioni o ambienti di test – in modalità all-in-one su singolo host, dove tutti i componenti vengono concentrati in una singola installazione. In alcune situazioni di medie dimensioni, è anche possibile integrare Web Front e Worker node in una sola macchina.

CS db select 2

Leggi tutto...

Una gamma di prodotti per il monitoring dei Datacenter da AKCP

AKCP forte dell’esperienza guadagnata in più di 35 anni di attività, propone una vasta offerta di prodotti dedicati al monitoring: vediamo quali sono i più interessanti.

L’offerta di AKCP è composta da sensori, centraline e server software di gestione. La sua gamma di prodotti si rivolge sia ai datacenter, sia a qualsiasi spazio che debba essere monitorato in termini di sicurezza (telecamere, sensori fumo), controllo accessi (sensori di apertura porte e di presenza ), dati ambientali (temperatura, umidità, presenza acqua) e di potenza (sensori di tensione AC/DC, amperaggio, controllo relé).

Un sistema di monitoraggio AKCP è composto da una serie di sensori, da una centralina a cui vanno collegati tali sensori e dal software di gestione. I sensori si occupano di rilevare determinate condizioni (presenza d’acqua, temperatura, apertura porte, etc..) e di trasmettere le informazioni alla centralina per la successiva elaborazione. Se necessario possono anche azionare degli interruttori a relé. I sensori sono costituiti dal sensore vero e proprio e da un cavo che termina con una presa RJ-45 da collegare alla centralina; è possibile usare dei cavi di rete come prolunghe entro i limiti segnalati per ciascun sensore, dunque si possono sfruttare le strutture già esistenti come le canaline per i cavi di rete quando si installano questi dispositivi in edifici precablati o storici.

Leggi tutto...

banner5

fb icon evo twitter icon evo

Parola del giorno

Il termine Data Breach indica tutte quelle situazioni in cui si verifica una fuoriuscita (o compromissione) di dati da una infrastruttura...

>

Il termine Hop Count indica il numero totale di "salti", intesi come dispositivi di rete, che un pacchetto di dati deve...

>

Il termine Base URL nel cotesto delle applicazioni Web, indica la posizione "base" da cui considerare i percorsi relativi ai contenuti...

>

Il termine Object Storage indica quelle architetture di storage che, a differenza del classico approccio gerarchico dei file system tradizionali...

>

L'acronimo HVM with PV drivers indica una tecnica di virtualizzazione ibrida che sfrutta la virtualizzazione assistita dall’hardware (le istruzioni intel VT-x...

>
Leggi anche le altre...

Download del giorno

DiskMon

DiskMon è un utile strumento per monitorare e registrare tutte le attività di I/O sul disco di sistemi Windows...

>

Disk2vhd

Disk2vhd è una utiliy gratuita per la migrazione P2V (phisical to virtual) in ambiente virtuale Hyper-V. Permette di convertire...

>

CurrPorts

CurrPorts è un'utility in grado di mostrare in tempo reale tutte le porte TCP/UDP aperte sulla macchina dove...

>

MailPass View

Lo strumento MailPass View di Nirsoft permette di recuperare e mostrare le password salvate nei principali client di...

>

WebBrowserPass Tool

Lo strumento WebBrowserPass Tool di Nirsoft è un semplice software in grado di mostrare in chiaro le password...

>
Tutti i Download del giorno...

Archivio numeri

  • GURU advisor: numero 15 - luglio 2017

    GURU advisor: numero 15 - luglio 2017

  • GURU advisor: numero 14 - maggio 2017

    GURU advisor: numero 14 - maggio 2017

  • GURU advisor: numero 13 -  marzo 2017

    GURU advisor: numero 13 - marzo 2017

  • GURU advisor: numero 12 -  gennaio 2017

    GURU advisor: numero 12 - gennaio 2017

  • GURU advisor: numero 11 -  ottobre 2016

    GURU advisor: numero 11 - ottobre 2016

  • GURU advisor: numero 10 - 8 agosto 2016

    GURU advisor: numero 10 - 8 agosto 2016

  • GURU advisor: numero 9 - 29 Giugno 2016

    GURU advisor: numero 9 - 29 Giugno 2016

  • GURU advisor: numero 8 - Maggio 2016

    GURU advisor: numero 8 - Maggio 2016

  • 1
  • 2
  • Teslacrypt: rilasciata la chiave

    Gli sviluppatori del temuto ransomware TeslaCrypt hanno deciso di terminare il progetto di diffusione e sviluppo e consegnare al pubblico la chiave universale per decifrare i file. Read More
  • Proxmox 4.1 sfida vSphere

    Proxmox VE (da qui in avanti semplicemente Proxmox) è basato sul sistema operativo Debian e porta con sé vantaggi e svantaggi di questa nota distribuzione Linux: un sistema operativo stabile, sicuro, diffuso e ben collaudato. Read More
  • Malware: risvolti legali

    tutti i virus e in particolare i più recenti Ransomware, che rubano i vostri dati e vi chiedono un riscatto, violano la legge. Vediamo insieme come comportarsi, per capire anche se e quando bisogna sporgere denuncia. Read More
  • 1